Commemorato il sessantennio della liberazione

Salussola 25/04/2005 – Si è svolta questa mattina nel centro storico e sui piazzali del belvedere di Salussola, la commemorazione del 60° della liberazione. Giornata poco assolata, pochi i partecipanti, stringatissima la cerimonia, tanto quella civile che quella religiosa. Presso la chiesa di San Nicola ha avuto luogo la Liturgia della Parola, la distribuzione della Comunione e la benedizione delle corone di alloro, tenute da un diacono, perché non era presente alcun sacerdote e non c’è stata la Santa Messa. Al monumento che ricorda l’eccidio del 9 marzo 1945, ha introdotto l’oratoria di benvenuto e circostanza il presidente della sezione Salussolese dei Combattenti e Reduci signor Sereno Bande, mentre il sindaco Mario Lacchia ha ricordato il sessantennio confrontando situazioni e luoghi all’attuale. Erano presenti alcuni bambini rappresentanti le scuole Salussolesi con il loro labaro, la Banda Musicale di Salussola che ha tenuto il repertorio di musiche patriottiche e i Carabinieri di Salussola e di Biella. Durante la mattinata e il pomeriggio c’è stata la possibilità di visitare, presso i locali del Museo Laboratorio dell’Oro e della Pietra, la mostra ” Storia e cronaca della resistenza italiana ed europea ” curata da Tino Casali.

redazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: