Ieri Salussola ha commemorato i 20 partigiani fucilati il 9 marzo 1945 |FOTOGALLERIA|

NOTIZIE

Salussola 10 marzo 2014 – Ieri Salussola ha commemorato i 20 partigiani fucilati il 9 marzo 1945. Una bella giornata di marzo e un folto pubblico, hanno caratterizzato, ieri mattino, la commemorazione dell’eccidio di Salussola. Dopo 69 anni dagli avvenimenti, ancora il ricordo è tramandato a chi non vuole dimenticare. Al microfono si sono susseguiti i ragazzi delle scuole elementari e medie con le loro poesie e i ricordi storici, il vice presidente dell’Anpi provinciale Gianni Chiorino, la senatrice Nicoletta Favero e le conclusioni del sindaco Carlo Cabrio, mentre il sindaco di Mottalciata Roberto Vanzi ha letto una poesia da lui composta. Alla commemorazione sono intervenuti autorità, pefettura, sindaci, carabinieri, associazioni, i ragazzi 18enni, e una delegazione della Val d’Ossola con un rappresentante dell’Anpi di Re, che ha posto i saluti. Il Comune di Re era presente con il proprio gonfalone. La mattinata è iniziata con il raduno davanti al Palazzo Municipale, l’alzabandiera e la Messa delle ore 10 celebrata dal parroco don Lodovico De Bernardi, che all’omelia ha citato di una classe politica sorda ai problemi della gente e che non è ancora riuscita a cogliere la ventata di umiltà portata a Roma da papa Francesco. Terminata la Messa, il corteo, guidato dalla Banda Musicale di Salussola ha percorso le vie del borgo, e dopo la visita al sacrario, la cerimonia si è spostata al monumento del ricordo per la posa della corona d’alloro, portata dai coscritti 18enni, e la commemorazione della giornata.
claudio.circolari[at]salussola.net
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: