Il Consiglio Comunale ordina al parroco la novena a san Rocco contro il morbo

Salussola 6 novembre 2019 – Il Consiglio Comunale ordina al parroco la novena a san Rocco contro il morbo. Accadeva 340 annifa. Durante la seduta del Consiglio Comunale del 28 ottobre 1679 venne letto un ordine del Magistrato di Sanità con il quale si avvisava gli amministratori, che nella Germania ” il contagio da che Dio ci liberi ” aveva fatto grande progressi; di conseguenza urgeva che tutte le città incaricassero delle persone solerti nel vigilare e far spedire ” le bollette ” a tutti coloro che sarebbero stati costretti ad allontanarsi dalle loro sedi abituali di residenza e di lavoro. E questo, sopratutto, perché Salussola era un luogo di ” passaggio grosso “. Ma le persone alle quali era stato affidato il compito avrebbero dovuto, anche, provvedere a far restare in luoghi adatti ( forse una quarentena ) coloro che più rischiavano di contrarre il contagio, nominando persone che ” facciano la guardia per maggior cautela e sicurezza di questo luogo “. Venne inoltre ordinato di ” dar principio ” a qualche iniziativa come pregare la beata Vergine Maria perché ” si voglia degnare di placare la sua ira contro noi miseri peccatori e ci voglia liberar da tal male “. I consiglieri, udita tale raccomandazione da parte del Magistrato, hanno ordinato ai signori prevosto e canonico della collegiata di intervenire per celebrare una novena ” da farsi nella cappella di san Rocco “. E quindi di “ impregar quel Santo come nostro protettore ad intercedere  presso la divina maestà e voglia liberar questo luogo da simile morbo “. Venne anche deciso di mandare a Torino un incaricato per far stampare le “ bollette ” ( forse dei come comportarsi ) con l’impronta dell’Assunta, titolare del luogo di Salussola, con accanto a detta impronta le armi di S.A.R. e della Comunità. Per ultimo venne deliberato di far ” far fare tre rastrelli, cioè due in Piano e uno alla Porta di sopra e ciò senza perdita di tempo “, poiché si trattava della salute degli abitanti di Salussola. ( i rastrelli a che cosa servissero non lo sappiamo, forse a rastrellare gli escrementi degli animali da traino dalla pubblica via ).

© redazione@salussola.net

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: