Chi ch’a poa d’avril a buta pòch ant ël baril. Chi pota in aprile, cioè in ritardo, mette poco vino nel barile

chiesa di carisio
interno chiesa di carisio

14 aprile – Chi ch’a poa d’ avril a buta pòch ant ël baril. Chi pota in aprile, cioè in ritardo, mette poco vino nel barile.

Oggi la Chiesa ricorda il beato Filippo di Vercelli. Filippo Carisi nacque a Carisio (Vercelli). Dapprima fu canonico del duomo di Vercelli. Nel 1219 lo troviamo a Bologna, dove dopo avere ascoltato san Domenico a predicare chiese di entrare tra i domenicani.Fondò un convento domenicano a Vercelli e divenne per tre volte provinciale della Lombardia. Con il suo esempio e con la sua predicazione convertì molte anime.Nel 1233 a Bologna fu designato dal priore e dai frati di San Niccolò come promotore o procuratore della causa di san Domenico. Dal 6 al 15 agosto presentò ai commissari designati da papa Gregorio IX i testimoni da lui scelti. Costoro deposero anche per un intero giorno. La sera della prima udienza il beato Filippo redasse un questionario che servì come traccia per le deposizioni. Morì dopo il 1266. E’ ricordato il 14 aprile.

 

redazionale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: