L’articolo di 10 anni fa con cui  presentammo il programma della festa 2010 del beato Pietro

Salussola 29 aprile 2020 – L’articolo di 10 anni fa con cui  presentammo il programma della festa 2010 del beato Pietro.  ” Salussola 29 aprile 2010 – E’ ai nastri di partenza la festa che ricorda il patrono del Comune di Salussola, l’ex Santo popolare, ora noto come il Beato Pietro Levita. La tradizione vuole che sia nato qui, di certo non a Salussola come intendiamo ora, perché allora non esisteva, ma se si vuole credere a Vittimulo o dintorni. Non abbiamo notizie da quando siano iniziati i festeggiamenti, non di certo da 1405 anni, tanto è il tempo trascorso dalla sua morte. Abbiamo notizie certe e documentate di pellegrinaggi dei paesi vicini, avvenuti nel 1600 e nel 1700, e dei mercati adiacenti al luogo di culto, dove allora si trovavano le spoglie del Santo. Ancora pù il là con il tempo sembra essere il devozionismo del paese di Olcenengo, che come ieri, ancora oggi, seppur rimasto l’unico paese a farvi pellegrinaggio, ogni prima domenica di maggio, rende onore al Santo taumaturgo, devoti per il voto espletato. E domenica 2 maggio i pellegrini di Olcenengo, renderanno omaggio a quel Santo a loro tanto caro, tanto caro da volerne, ogni quattro o cinque anni, i resti mortali da venerare presso la loro chiesa. Ma sarà festa anche per i Salussolesi, tutti dovrebbero sapere che il Beato, oggi si chiama così dopo la revisione acclesiastica del 1866, che è il patrono del capoluogo e dei suoi cantoni, come dire Salussola con le sue frazioni di Arro, Vigellio e San Secondo. Così ha scelto l’allora Consiglio Comunale che verso la metà settecento, le parrocchie di Arro e Vigellio ancora non c’erano, ha deciso di dare al Comune un Santo protettore. Quella decisione, che oggi diremo delibera, è ancora in vigore, anche se i papati parrocchiali che si sono susseguiti, l’hanno sempre e volutamente ignorata “. [claudio circolari/salussola]

PROGRAMMA DELLA FESTA 2010 in ONORE DEL BEATO PIETRO LEVITA di SALUSSOLA

venerdì 30 aprile:
ore 19.00 apertura della festa
ore 20.30 cena presso il padiglione e a seguire giochi ed intrattenimenti vari
sabato 1° maggio:
– nel primo pomeriggio arrivo ed accoglienza sul sagrato dell’Assunta di alcuni pellegrini provenienti da Olcenengo (Vc)
ore 18.00 inaugurazione mostra fotografica con la personale di Mauro Vacca
ore 19.00 Santa Messa e conclusione della Novena in onore del beato levita
ore 19.30 cena in piazza e per le vie del borgo con la Pro Loco di Salussola
ore 20.00 apertura del banco benefico presso il salone dell’Asilo Infantile con accesso da Piazza Alpini d’Italia
ore 21.30 intrattenimento musicale con  Max presso il padiglione di Piazza Alpini d’Italia
ore 22.30 eccezionale spettacolo pirotecnico sopra il cielo del borgo
domenica 2 maggio:
– l’insigne reliquia del beato rimane esposta alla venerazione dei fedeli
– dal mattino e fino al tardo pomeriggio: mercatini agricoli, d’artigianato e hobbistica
– apertura della mostra fotografica e del banco benefico
ore 08.50 processione dei pellegrini di Olcenengo da San Nicola alla chiesa di Santa Maria Assunta esemplarmente nei secoli devoti
ore 09.30 autoraduno di macchine d’epoca in piazza Vittorio Emanuele II e Piazza Cesare Nani
ore 11.00 solenne Santa Messa per la comunità di Salussola concelebrata da Monsignor Lunardi e da don De Bernardi parroco di Salussola
ore 15.30 vespri
ore 16.30 concerto della Banda Musicale di Salussola presso il padiglione di Piazza Alpini d’Italia
– durante l’intervallo del concerto, il parroco e i priori consegneranno il San Perulin a una persona che si è distinta durante l’anno nel sociale


	    
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: