Ferrovia Biella – Santhià: Come e cosa sarà dopo la soppressione del passaggio a livello tra le Vie della Stazione e Mulino dei Banditi

Salussola  – Ferrovia Biella – Santhià: Come e cosa sarà dopo la soppressione del passaggio a livello tra le Vie della Stazione e Mulino dei Banditi. Nei giorni scorsi abbiamo descritto che cosa avverrà con la soppressione dei passaggi a livello di Via Granatieri di Sardegna e di quello tra le Vie Vigellio e Dante Alighieri, mentre oggi ci occuperemo di quello tra le Vie della Stazione e Mulino dei Banditi. Qui, nelle  vicinanze della stazione ferroviaria, come progettato e previsto negli altri due passaggi a livello, non sarà ricavato e edificato nessun sotto passo o sotto via, ne ciclabile ne pedonale, il passaggio a livello del km. 11+211 sarà chiuso e basta. L’alternativa per accedere alle abitazioni e ai campi, che si affacciano o si trovano sulle Vie Mulino dei Banditi e Mulino del Maglio, sarà la strada che sarà costruita, ex novo, iniziando dai pressi del Salone Polivalente fino ai pressi dell’ex fabbrica dei Rubin Pedrazzo, dove ora inizia lo sterrato di Via Mulino dei Banditi. Per realizzare questo percorso, sarà perforata la massicciata ferroviaria, al km. 11+745, e ricavato un sotto via carrabile lungo mt. 500, largo mt. 6.50 e alto mt. 5, indicativamente tra il campo di calcio e il salone polivalente – entrata dei calciatori. A dire il vero, la nuova amministrazione comunale aveva richiesto la perforazione della massicciata ferroviaria dove c’è il passaggio dello sfioratore della roggia Molinaria, ma non è stato possibile a causa della minor altezza tra il piano del terreno e l’utilità dei binari. La strada che si andrà a realizzare oltre il sotto via, in regione Giabi, in parte sarà costruita su terreni boscati, altri a prato e in parte su carrareccia già esistente. Il tragitto intero della strada avrà una lunghezza di mt. 3.300, con inizio dal peduncolo di Via Elvo, nei pressi del Salone Polivalente, aggirerà il salone a lato dello sfioratore della roggia Molinara, quindi aggirerà nuovamente il salone e gli spogliatoi dei calciatori dal lato della massicciata ferroviaria e del traliccio Enel, per proseguire attraverso il sotto via, fino all’innesto con la Via Mulino dei Banditi. La nuova strada è probabile che verrà rinominata, ma è prematuro dirlo, avrà la tipologia F2 extraurbana, con due corsie di mt. 2,75, due banchine, per una carreggiata di mt. 6,50. Il tutto quando sarà realizzato?. Non si sa, date, per ora, non ce ne sono.

22 settembre 2021 – redazione@salussolanews.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: