Lungo la via dell’oro, escursione storico archeologica naturalistica da Vermogno a Salussola in programma domenica

Salussola – Lungo la via dell’oro, escursione storico archeologica naturalistica da Vermogno a Salussola in programma domenica. Comunicato Stampa, riceviamo e gentilmente pubblichiamo.

Domenica 18 settembre, l’Associazione per la Valorizzazione del Paesaggio e della Bassa Serra Biellese, il Museo Laboratorio dell’Oro e della Pietra di Salussola, in collaborazione con il Museo dell’Oro e della Bessa di Vermogno, propongono un’escursione archeologico-naturalistica guidata “Lungo la Via dell’Oro”. I due poli ecomuseali riconducibili al tema dell’oro. Accompagnati dalla guida naturalistica Fiorella Giarrizzo, dal geologo Brunello Maffeo e dagli archeologi Christian Gilardi e Daniela Palladino, la passeggiata si snoderà attraverso la Riserva Naturale Speciale della Bessa, il contrafforte morenico della Serra e i due Ecomusei che conservano la memoria degli antichi popoli che vissero nella “Valle dell’Oro”. L’escursione si colloca nell’ambito del progetto più ampio “Opere all’Oro: svariate sfaccettature del materiale dell’eternità” previsto da settembre a novembre 2022 e che mira ad insegnare e a far conoscere la storia della formazione, della ricerca e della lavorazione dell’oro. In particolare, l’escursione è finalizzata alla conoscenza diretta del ricco paesaggio del territorio biellese, riscoprendo e valorizzando gli antichi sentieri. Da più di un ventennio i due musei, con la prestigiosa collaborazione degli operatori del Riserva della Bessa, degli Amici dei Sentieri Biellesi (CASB) e del Gruppo Escursionisti Salussola (GEAS), si sono dedicati al lavoro di restauro prestando particolare attenzione alla conservazione dell’ambiente, alla salvaguardia dei luoghi e alla segnalazione dei percorsi, al fine di rendere percorribili i sentieri e diffonderne la conoscenza. L’iniziativa testimonia l’amore per un ambiente unico nel suo genere e straordinariamente ricco non solo di bellezze naturalistiche, ma anche di segni della presenza umana. È espressione, inoltre, della volontà di condurre un’attività rivolta alla conservazione, alla tutela, alla valorizzazione e alla promozione del territorio, favorendo un turismo consapevole, rispettoso dell’identità dei luoghi e delle popolazioni che vi risiedono. Il percorso parte dal cuore della Riserva Naturale Speciale della Bessa, culla di una storia millenaria e dal paesaggio straordinario, unico in Europa. La Bessa si estende nei pressi della grande morena glaciale della Serra, area in cui erano collocate le grandi aurifodine di età romana, attive tra il II e il I secolo a.C.. L’oro nel Biellese è arrivato grazie al ghiacciaio del Monte Rosa che, scendendo a valle, formò la Serra e depositò le sabbie aurifere nei torrenti. Fin dai tempi antichi il Piemonte e la Valle d’Aosta sono stati oggetto di ricerca dell’oro da parte delle popolazioni Celto-Liguri, come i Salassi e i Vittimuli. Tale ricerca è proseguita fino all’epoca moderna. Il programma prevede  la visita all’Ecomuseo dell’Oro e della Bessa di Vermogno dove sono illustrate le caratteristiche geomorfologiche del territorio, le testimonianze e le tecniche di duemila anni di ininterrotta ricerca dell’oro nel Biellese e nell’Italia settentrionale, nonché la differenza tra oro nativo ed oro alluvionale. Dopo una breve pausa a Cerrione per il pranzo al sacco, guidati dagli archeologi, raggiungeremo la necropoli preromana e romana di Cerrione (II e I sec. a.C. – II sec. d.C.) all’altezza della Cascina Vignazza. Proseguendo il cammino, incontreremo il luogo dove sorgeva un tempo il villaggio di Doverzio, forse di origine romana, con i resti della cella benedettina di San Michele (sec. XI) i cui resti si intravedono presso l’omonima cascina. Risalendo il crinale della Serra, giunti all’altezza della cascina dei Frati del Lajasso, scorgeremo la cappella votiva della Madonnina della Croce di impianto settecentesco. La passeggiata si concluderà con la visita del borgo medioevale di Salussola e del suo Museo Laboratorio, sito “al Monte”, un appellativo derivante dell’antico “Mons” dei Romani Victimuli che sfruttarono le vene aurifere della Bessa per la ricerca del prezioso metallo. All’interno del Museo sito in un edificio settecentesco messo a disposizione dall’amministrazione comunale, si visiteranno la sala della “strega”, i due laboratori dedicati alle arti orafe ed al primo piano le sette sale espositive: dell’eccidio “9 marzo 1945”, dell’archeologia e delle tre sale dedicate alla straordinaria collezione di strumenti per pesare “Giancarlo Lacchia”, donata dalla famiglia.

PROGRAMMA

8.00 – 8.30

  • Raduno e registrazione partecipanti presso l’Ecomuseo dell’Oro e della Bessa – via L. Debernardi 50 – Vermogno (BI)

8.30 – 17.30

  • Visita guidata all’Ecomuseo di Vermogno.
  • Escursione di circa 12 Km, con tappa per il pranzo al sacco a Cerrione
  • Arrivo previsto per le ore 16/16,30 a Salussola,
  • Visita guidata al Museo dell’Oro e della Pietra di Salussola.
  • Rientro a Vermogno con navetta.

Quota di partecipazione: 15 € a persona – gratis per bambini fino a 10 anni (minimo 20 partecipanti)

Info e prenotazioni: iscrizione obbligatoria entro il 12 settembre tramite mail all’indirizzo info@museolaboratoriosalussola.org o WhatsApp 334 9054839.

Salussola, 14 Settembre 2022


SCARICA IL FOGLIO PIEGHEVOLE:


redazionale
16 settembre 2022 – redazione@salussolanews.it

Da SalussolaNet a SalussolaNews sono 22 anni d'informazione locale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: