La maggioranza approva le nuove regole del Consiglio Comunale di Salussola, ma la minoranza le reputa irricevibili

Salussola – La maggioranza approva le nuove regole del Consiglio Comunale di Salussola, ma la minoranza le reputa irricevibili. Comunicato stampa del gruppo di minoranza in Consiglio Comunale Salussola nel Terzo Millennio, riceviamo e gentilmente pubblichiamo quanto segue:

LISTA CIVICA Salussola nel terzo Millennio

Salussola, 22-09-2022

” Mercoledì 21 settembre si è tenuto il Consiglio nel quale si discuteva il nuovo regolamento per i Consigli Comunali. Chiariamo subito: non c’è stata discussione, confronto o scambio di idee. I consiglieri di maggioranza non hanno proferito parola, il sindaco si è limitata a poche frasi, dunque il confronto in aula è avvenuto principalmente tra la minoranza ed il consulente giuridico, figura esterna al Comune, che in mancanza del Segretario Comunale (ha cessato il servizio) ha curato la stesura del regolamento ed ha quindi fornito chiarimenti. E’ stata una situazione surreale perché il dibattito dovrebbe tenersi tra i consiglieri eletti a rappresentare la comunità, ma costoro hanno scelto di votare senza esprimere valutazioni, forse espresse preliminarmente in altra sede, nemmeno a fronte dei problemi oggettivi che gli abbiamo rappresentato. Il regolamento prevede varie modifiche, cinque in particolare non ci trovano d’accordo:

1) il tempo concesso per intervenire sui punti all’ordine del giorno passa da 10 minuti per un primo intervento più 5 per un secondo, ad un unico intervento di 5 minuti. Viene quindi limitata la parola e si elimina il diritto di replicare, non più garantito per regolamento ma subordinato alla discrezionalità del Sindaco.

2) viene contingentato il tempo dedicato PER SEDUTA a mozioni/interpellanze: 30 minuti a Consiglio. Superati i 30 minuti, si rimanda il sospeso / insoluto al Consiglio successivo. Questa previsione è del tutto priva di senso, per non dire illegittima: impedisce di fatto che tutti e 10 i consiglieri si esprimano per i 5 minuti concessi a ciascuno.

3) si riconosce ai gruppi consiliari di PIU’ di tre persone il diritto di riunirsi in un locale comunale. Lo Statuto Comunale invece lo concede ai gruppi di ALMENO tre persone. Per motivi strutturali le urne a Salussola esprimono un sindaco, 7 consiglieri di maggioranza e massimo 3 consiglieri di minoranza. Questa disposizione, volta a colpire la minoranza, offende la comunità che rappresenta.

4) allo scopo di regolare le discussioni, mantenere l’ordine ecc., viene conferito al Presidente del Consiglio potere discrezionale. Secondo il vecchio regolamento invece per lo svolgimento delle proprie funzioni il presidente si doveva ispirare a criteri di imparzialità.

5) è stata introdotta la possibilità di tenere sedute in videoconferenza, fatto che riteniamo positivo, ma il regolamento non le ha regolamentate. Mancano tutte le disposizioni atte a garantire nel concreto il loro svolgimento nel rispetto delle norme.

Lo spirito di collaborazione, in un comune così piccolo, avrebbe indicato che la redazione del regolamento fosse condivisa preventivamente, per arrivare in consiglio con un testo su cui già ci fosse concordanza, ma così non è stato: il testo è stato trasmesso alla minoranza a pochi giorni dalla seduta, obbligandola a presentare direttamente in Consiglio Comunale le proprie osservazioni, già sapendo che i tempi del Consiglio non avrebbero permesso di valutarle attentamente. Abbiamo quindi visto consumarsi una riunione proforma in cui non vi era alcuna intenzione di discutere l’argomento (infatti i consiglieri non hanno aperto bocca), nemmeno di fronte ad evidenti, abnormi incongruenze. Il Sindaco davanti alle nostre lamentele in merito ai 30 minuti concessi a seduta per trattare mozioni e interrogazioni ha ribattuto non abbiamo di che lamentarci perché siamo solo in tre a dover parlare, come se di default i consiglieri di maggioranza non avessero mai nulla da eccepire. Certo è che essi non hanno replicato, quindi pare che al loro diritto abbiano rinunciato, accettando di buon grado il ruolo di presenza muta, che si anima per alzare la mano al momento opportuno. Noi, per il profondo rispetto che nutriamo verso i cittadini e l’istituzione che rappresentiamo, riteniamo che questo regolamento sia irricevibile. Non solo è una incomprensibile limitazione della minoranza, ma riteniamo che contenga incongruenze che lo rendono illegittimo. E in tal senso ci muoveremo per le dovute verifiche “.

Il gruppo consiliare Salussola nel Terzo Millennio


 24 settembre 2022 – redazione@salussolanews.it

Da SalussolaNet a SalussolaNews sono 22 anni d'informazione locale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: