Contributo per togliere l’amianto dalla provincia di Biella

Biella 03/05/2006 – Contributo per togliere l’amianto dalla provincia di Biella. La Provincia darà un contributo economico a tutti gli imprenditori agricoli che intendono smantellare o mettere in sicurezza le coperture in amianto nelle loro aziende. Una legge del ’92, infatti, ha abolito la produzione di questo materiale dopo avere appurato le sue implicazioni nocive sulla salute umana, indicando le azioni più urgenti per il suo smaltimento. In realtà, non tutti i materiali che contengono amianto sono considerati ugualmente pericolosi: ad esempio l’eternit, essendo costituito da fibre compatte, se mantenuto in buono stato di conservazione non rilascia polveri dannose. Può accadere però che lo stato di conservazione non sia ottimale a causa dell’usura o dell’effetto di venti e grandinate, perciò la bonifica è comunque necessaria. In altri casi può invece essere conveniente la semplice messa in sicurezza tramite le moderne tecniche di incapsulamento o sovracopertura. L’uso dell’amianto è stato molto comune in passato a causa della sua versatilità e del basso costo, ma ormai sono sempre meno gli edifici che ancora ne contengono. L’amministrazione provinciale ha già provveduto a eliminarlo da tutte le coperture degli istituti scolastici di sua competenza, ad eccezione del liceo scientifico cittadino dove i lavori sono previsti durante le prossime vacanze estive. Per rimuovere l’amianto è infatti necessario che gli edifici siano vuoti. Tutte le informazioni per presentare la domanda di contributo sono disponibili sul sito dell’amministrazione (www.provincia.biella.it), presso gli uffici del servizio provinciale politiche agricole, i Caa (Centri di assistenza agricola) e le organizzazioni di categoria. Le domande di contributo sono aperte presso gli uffici delle politiche agricole entro il 31 luglio 2007.

testo integrale dal sito della provincia di Biella: http://www.provincia.biella.it/on-line/Home/articolo2661.html

SalussolaNews informa i Salussolesi dall'anno 2000

di Claudio Circolari; Blogger e Storico locale, Fotografo Amatoriale; Collaboratore Parrocchiale; Volontario Sociale: Tutto a titolo gratuito, senza scopi di lucro, ma solo per fini sociali