Domenica a Vigellio c’è la festa di Sant’Antonio abate

Salussola Vigellio 24 gennaio 2011 – Domenica a Vigellio c’è la festa di Sant’Antonio abate. E’ domenica 30 gennaio che si festeggia a Vigellio il santo protettore degli animali di allevamento, Sant’Antonio abate. ” Questo santo imponente, raffigurato con il vestito da monaco e una lunga barba bianca, visse una lunga vita da eremita. Molte volte dovette combattere contro le tentazioni del demonio, rappresentato come un maiale. In seguito il maiale venne raffigurato al suo fianco perchè i monaci Antoniani con il grasso di questi animali curavano uomini e bestie di stalla dall’herpes zoster, un’infenzione che colpisce i centri nevralgici e che tuttora porta il nome popolare di fuoco di Sant’Antonio “. La festa, che è organizzata dai priori Valter ed Enrico, si apre alle ore 9.30 a la Bastia con il ritrovo dei cavalli, dei trattori e delle automobili, e dove i priori offriranno un piccolo rinfresco. Di seguito, ci sarà la sfilata in direzione della chiesa parrocchiale di Vigellio al suono della Banda Musicale di Salussola, e la benedizione degli uomini, degli animali e delle macchine davanti al sagrato della chiesa. Terminata la Santa Messa delle ore 11 circa, i priori si recheranno al cimitero frazionale, per recare un omaggio floreale sulla tomba degli agricoltori defunti. Nel frattempo la festa si sarà trasferita presso il Salone Polivalente Comunale di Via Elvo per il pranzo delle ore 12.45, e dove il lunedì sera alle 20.30, ci sarà la cena  con quello che è avanzato il giorno prima. Chi desidera prendere parte al pranzo, bisogna prenotarsi entro il 27 gennaio ai seguenti recapiti telefonici; Valter 338 1915662; Enrico 347 8569016; Maurizio 0161 998172; Cesare 0161 993006; il costo del pranzo è di 25 euro.

[claudio/salussola]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: