Da sabato anche Salussola avrà la sua casa dell’acqua

” L’èva dal bacialé ” un nome che le calza a pennello
Salussola 2 giugno 2012 – . Da sabato anche Salussola avrà la sua casa dell’acqua. Anche Salussola avrà ” l’acqua del sindaco “, ossia l’èva dal Bacialé “, come  si è preferito chiamare la struttura. Non a caso il vicino rio San Pietro anticamente veniva chiamato ” Baciale’ o Bacialero “,

e lo stesso Priorato di San Pietro, e successivamente la cascina San Pietro, era alimentata da una fonte che captava le sorgenti del Bacialé. A Chiappara, dove c’è la sorgente principale del Bacialero, una volta si andava  ad attingere l’acqua, e nel lavatoio si lavavano i panni. Un nome più appropriato non poteva trovarsi. Il continuo diffondersi di questi impianti non poteva mancare a Salussola, e così sabato 7 luglio, alle ore 10.00, ci sarà l’inaugurazione della casetta dell’acqua, profondamente voluta dal sindaco Cabrio. La struttura è una casetta di legno, con i coppi sul tetto e dal pavimento lastricato; ed ubicata su un lato del piazzale laterale di Via don Cabrio. L’interno della casetta ospita un impianto di distribuzione al pubblico di acqua potabile microfiltrata, liscia e gassata. Sfruttando le buone qualità delle nostre acque locali, offre alcuni vantaggi, come un minor smaltimento di bottiglie di plastica e un risparmio per l’utente. La posizione dell’impianto, attiguo alla regionale 143, consentirà l’approvigionamento alla spina di acqua anche la domenica e festivi, e in qualsiasi orario. L’impianto erogatore è video sorvegliato da telecamere e da sistema antintrusione. L’acqua sarà disponibile al prezzo di sei centesimi al litro, erogabili sia con chiavetta e sia con pagamento a monete. Per l’accesso all’erogatore occorrerà una chiavetta del valore di dieci euro, che sarà venduta il giorno dell’inaugurazione, e nei giorni successivi all’inaugurazione sarà disponibile presso il Bar San Pero. Il giorno dell’inaugurazione, sarà possibile acquistare i cestini con bottiglie in vetro, e ai bambini saranno regalate delle borracce educative offerte dalla ditta Mendizza di Ponderano, che gestirà anche l’impianto. [claudio]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: