Curiosità: Quando a Salussola ci fu la Giudicatura e poi la Pretura

Curiosità – Quando a Salussola ci fu la Giudicatura e poi la Pretura. Con il Regio Editto dell’ottobre 1814 furono istituite le giudicature di Biella, Andorno Cacciorna, Bioglio, Campiglia, Candelo, Cavaglià, Cossato, Graglia, Mongrando, Mosso Santa Maria, Ponderano, Ronco, Trivero e Salussola. Con il successivo Regio Editto del 27 ottobre 1815 furono apportate alcune modifiche: le giudicature di Campiglia, Ponderano, Ronco e Trivero furono assorbite, rispettivamente da quelle di Andorno Cacciorna, Biella, Bioglio e Mosso Santa Maria. La situazione restò immutata anche dopo il Regio Editto 10 novembre 1818, che apportò varie modifiche alle circoscrizioni dei mandamenti. In quegli anni Salussola venne nominata capo mandamento, che comprendeva quattro comuni, Cerrione, Magnano, Zimone e Salussola, e alla capo mandamento spettava la pretura. E fu così che nel 1865, Salussola ebbe la sua Pretura di Mandamento, che mantenne fino al 1891 quando, insieme alle preture di Bioglio, Candelo furono soppresse con il Regio Decreto nr. 669 del 9 novembre 1891. La pretura esercitò la giustizia dal 1866 al 1890, ed alcuni registri di cancelleria sono tuttora conservati presso l’Archivio Comunale. Ma se nel 1889 troviamo un ricorso del Comune di Salussola al re Umberto I,  ” affinché voglia mantenere il diritto di avere sede in Salussola la Pretura “, la legge di riforma delle circoscrizioni Giudiziarie del 1889, è doveroso pensare che già prevedesse la soppressione della pretura. Quelle di Andorno Cacciorna (Andorno Micca), Cavaglià, Cossato, Graglia, Masserano, Mongrando e Mosso Santa Maria furono invece soppresse nel 1923.

claudio.circolari@salussola.net

redazionale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: