Ieri la cerimonia a ricordo dell’eccidio in forma ridotta, ma non meno importante. FOTOGALLERIA

Salussola – Ieri la cerimonia a ricordo dell’eccidio in forma ridotta, ma non meno importante. FOTOGALLERIA. Questo è il secondo anno, dal 1946, che la cerimonia a ricordo dell’eccidio di Salussola, avvenuto tra l’8 e il 9 marzo 1945, s’è tenuta in forma ristretta a causa del proseguo del contagio. Nessun invitato e poca gente presente. La Messa di suffragio, per i defunti, è stata presieduta dal parroco don Lodovico alle ore 10, che ha gentilmente concesso lo spazio anche per l’oratoria. Allocuzione introduttiva del sindaco Chioda, a cui sono seguiti i brevi interventi del sindaco di Zimone, Givonetti e del presidente Anpi provinciale Chiorino. La cerimonia ha avuto conclusione con la deposizione delle corone d’alloro al sacrario, ex stanza delle torture, e al cippo della memoria.

584

8/03/2021 – redazione@salussolanews.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: