Comunicato del sindaco di Salussola dr.ssa Manuela Chioda

 

Salussola –  Comunicato del sindaco di Salussola dr.ssa Manuela Chioda. Ieri mattina presto, abbiamo ricevuto il comunicato stampa dal sindaco di Salussola Chioda e gentilmente pubblichiamo.

21 giugno 2021 – Buongiorno, sono ancora frastornata e allibita dalla notizia pervenuta dalla provincia dove si dà l’assenso alla realizzazione di un sito di stoccaggio di cemento amianto a Salussola.

E sui verbali raccolti in conferenza dei servizi è espresso tutto il mio dissenso, per la tutela del nostro territorio in cui vivo e lavoro. Proprio per questo sono molto allarmata visto che il mio compito è la tutela della salute della popolazione, dove avverto una enorme preoccupazione e dove sono nati movimenti ed iniziative per contrastare questo progetto. Da oltre trent’anni mi occupo di salute come infermiere di famiglia e comunità e questo mio duplice ruolo rende ancora più difficile la mia posizione, nei confronti delle persone che rappresento, ma anche nei confronti dell’asl  e della commissione tecnica di cui fa parte, da cui oggi ha dato l’assenso all’autorizzazione dell’impianto.

Mi aspettavo che la commissione tecnica e l’organo tecnico tutelassero di più  l’immagine del paese, le sue peculiari caratteristiche, perché tutto questo andrà a ledere l’immagine di Salussola sia dal punto di vista turistico, sia dal punto di vista commerciale, un impianto del genere non è mai un buon biglietto da visita.

I terreni sui quali è prevista la discarica sono regolarmente produttivi, coltivati fino a qualche anno fa , oltre ad essere terreni agricoli compresi nel disciplinare di produzione della DOP riso di baraggia biellese e vercellese ( a questo proposito il presidente del consorzio della DOP riso di baraggia biellese e vercellese ha presentato in data 18 maggio 2021 una perizia agronomica a difesa della DOP stessa e del tipo di coltura, a tutela del territorio e delle attività agricole presenti nel territorio)

Inoltre il progetto si colloca in un area il cui il raggiungimento richiede l’attraversamento di due centri abitati e la percorrenza di una strada altamente pericolosa, spesso teatro di incidenti mortali

Dal punto di vista geologico il sito rientra nella classe di idoneità all’utilizzazione urbanistica l’uso del suolo è prettamente agricolo; tale classificazione è confermata dal PPR approvato che identifica l’ambito come morfologia insediativa, le cui direttive fanno esplicito riferimento al mantenimento dell’attività agricola ed al soddisfacimento delle esigenze ad essa legate, in un’ottica di coerenza paesaggistica e sostenibilità ambientale. Senza contare che è stata rilevata una distanza dell’impianto in progetto inferiore a metri 500 dall’insediamento rurale abitato della Tenuta agricola Castello disattendendo così alle normative rivolte alla tutela della salute pubblica, per la presenza costante di polveri argillose causate da macchine movimento terra, e per le problematiche di disturbo acustico che potrebbe scaturire da una attività di quel tipo.

Avendo portato queste argomentazioni sul tavolo della conferenza dei servizi attendevo una risposta negativa, che purtroppo non è arrivata, nonostante tutta la documentazione presentata in conferenza, e nonostante tutto il lavoro fatto da noi, dal comitato ambiente e futuro e dai cittadini stessi che ci hanno accompagnato in questo percorso, e li ringrazio.

Il Comune di Salussola prende atto del via libera accordato dalla Provincia di Biella per la realizzazione di un deposito dell’amianto nei terreni della frazione Brianco. Valuteremo al contempo ogni misura da intraprendere in virtù della continuazione del processo amministrativo, avendo cura di mantenere alta la vigilanza e il controllo nell’interesse di tutta la comunità.

Il sindaco Manuela Chioda

24 luglio 2021 – redazionale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: