Il comitato “Salussola è Ambiente e Futuro ” vuole il ricorso al Tar e stasera lo sollecita sotto le finestre del Municipio

Salussola – Il comitato “Salussola è Ambiente e Futuro ” vuole il ricorso al Tar e stasera lo sollecita sotto le finestre del Municipio. Stasera, alle ore 21.00, ci sarà la riunione del Consiglio Comunale, la prima dopo il responso della provincia di Biella che ha approvato il progetto, presentato della Acqua & Sole, sulla erigenda discarica d’amianto in regione Brianco. I punti da discutere e da approvare in Consiglio Comunale non prevedono nessun accenno sull’esito, prima perché la documentazione è stata stilata ante convoca, e poi perché non é uso della segreteria prevedere, sempre, un punto con le varie ed eventuali. Nel frattempo la minoranza, guidata da Simonetta Magnone, ha richiesto al sindaco d’inserire nella scaletta due mozioni, entrambe riguardanti l’esito della determina provinciale del 21 luglio. Non é, però, certo che le due mozioni vengano inserite nel programma dei lavori della serata. La prima mozione richiede che il Comune di Salussola rigetti l’esito della sentenza, presentando il ricorso al Tar di Torino, e l’altra riguarda il comportamento tenuto dall’Asl per il suo assenso alla discarica. Il sindaco Chioda non ha preso posizioni affrettate e definitive sul ricorso al Tar, di fatto ha o vorrà consultare prima i tecnici o i professionisti del settore, prima di prendere una decisione, e la risposta che chiede l’opposizione e il comitato, é probabile, che non l’avranno nemmeno stasera. È perché il sindaco si affretti, che questa  stasera il comitato ha chiamato in piazza i simpatizzanti a manifestare, perché vogliono che presenti, subito, il ricorso amministrativo al Tar del Piemonte. E intanto le proteste contro il sindaco viaggiano sui social, e qualcuna ne chiede anche le dimissioni.

28 luglio 2021 – redazione@salussolanews.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: