Il T.A.R. Piemonte ha disposto una Consulenza Tecnico d’Ufficio relativamente ad alcuni aspetti tecnici del ricorso contro l’autorizzazione della discarica d’amianto al Brianco

Salussola –  Il T.A.R. Piemonte ha disposto una Consulenza Tecnico d’Ufficio relativamente ad alcuni aspetti tecnici del ricorso contro l’autorizzazione della discarica d’amianto al Brianco. Comunicato stampa congiunto Legambiente – Circolo Biellese Tavo Burat – e Comitato Salussola Ambiente è Futuro, relativamente all’ordinanza emessa dal T.A.R. Piemonte che dispone la Consulenza Tecnico d’Ufficio relativamente ad alcuni aspetti tecnici del ricorso contro l’autorizzazione della discarica d’amianto a Salussola Brianco.

Riceviamo e gentilmente pubblichiamo:

Dopo settimane di silenziosa attesa, ci è stata notificata una ordinanza che il T.A.R. Piemonte ha emanato in merito al ricorso presentato da Legambiente e sostenuto dal Comitato Salussola Ambiente è Futuro contro l’autorizzazione da parte della Provincia di Biella della discarica di amianto al Salussola Brianco. Con tale atto il Collegio Giudicante dispone che sia eseguita una perizia tecnica su alcune delle contestazioni argomentate nel ricorso.
L’ordinanza prevede la nomina di un Consulente Tecnico d’Ufficio, individuato nella figura di un professionista di Brescia, che dovrà redigere una perizia in merito a due questioni in particolare sollevate da tutti i ricorrenti: la prima riguarda lo studio dei venti prodotto dalla Società Proponente e le conseguenti  possibili dispersioni ai danni dei centri abitati più vicini; la seconda questione riguarda le modalità di abbancamento dei rifiuti contenenti amianto, con particolare riferimento al rischio che i rifiuti vengano  frantumati rappresentando un rischio per l’ambiente. Il CTU dovrà consegnare una relazione circa questi punti entro il 14 ottobre.
L’11 di maggio si era tenuta l’udienza, e la nomina di un perito consulente d’ufficio era una delle possibilità che si potevano realizzate: il fatto che non sia giunta la sentenza, ma che il T.A.R Piemonte abbia deciso di approfondire questi due temi quindi non ci coglie affatto di sorpresa. A nostro avviso è segno positivo che il Collegio Giudicante vuole andare a fondo in questioni che evidentemente sono meritevoli di attenzione, come sosteniamo da tempo. Contestualmente l’ordinanza riunisce il ricorso di Legambiente, delle aziende agricole situate al Brianco, difese dall’avvocato Riccardo Viriglio, con quello dei comuni di Santhià e Carisio, rappresentati dall’avvocato Michele Greco perché ha riconosciuto “la loro connessione oggettiva”, pertanto i tre ricorsi verranno trattati insieme. Dovremo nominare i nostri Consulenti Tecnici di Parte che potranno controdedurre entro il 30 novembre alla relazione del CTU, il quale volta dovrà replicare entro il 30 dicembre. La prossima udienza è fissata infine per il 22 marzo 2023.
Il ruolo dei Consulenti Tecnici sarà decisivo: stiamo investendo grandi risorse in perizie di alto profilo che diano autorevolezza a questioni che lamentiamo da anni, rimanendo inascoltati. In questo senso ricordiamo che le associazioni di volontariato sovvenzionano queste azioni a tutela del territorio tramite le donazioni spontanee della cittadinanza: molto si è già fatto per giungere fino a qui, ma la strada è ancora lunga e arriveranno nuovi conti da pagare.
Per questo motivo dobbiamo riaprire la sottoscrizione chiedendo a tutti quelli che ne hanno la possibilità di contribuire all’azione legale mediante bonifico bancario a favore di:
Comitato Salussola Ambiente è Futuro IBAN IT 46 D 030 6909 6061 0000 0172 971 con causale “ricorso al TAR” E’ un sacrificio che vi chiediamo per evitare che questo angolo di Biellese venga devastato.
.
Legambiente Circolo Biellese Tavo Burat ODV – Comitato Salussola Ambiente è Futuro
4 luglio 2022 – redazionale

Da SalussolaNet a SalussolaNews sono 22 anni d'informazione locale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: