Cerimonia pubblica di donazione della collezione di bilance di Giancarlo Lacchia al Museo dell’Oro e della Pietra di Salussola

Salussola – Cerimonia pubblica di donazione della collezione di bilance di Giancarlo Lacchia al Museo dell’Oro e della Pietra di Salussola. Comunicato stampa emesso da AVPS, riceviamo e gentilmente pubblichiamo.

PRESENTAZIONE E CERIMONIA PUBBLICA IN OCCASIONE DELLA DONAZIONE DELLA COLLEZIONE DI STRUMENTI PER PESARE DI GIANCARLO LACCHIA  in memoria del figlio Davide

sabato 8 ottobre 2022, ore 11 Salussola – aula consigliare,

Programma: Comune di Salussola – Piazza Garibaldi 3

  • ore 11: aula consigliare, inizio della cerimonia
  • ore 11,30-12,30: Sede Ecomuseo dell’oro e della pietra – via Duca d’Aosta 7,

visita guidata alla collezione con il donatore


UN VIAGGIO ATTRAVERSO L’EVOLUZIONE DEGLI STRUMENTI PER PESARE – PRESENTAZIONE – In data 9 febbraio 2022 (con delibera del Comune G.C. n. 15 del 09.02.20222, all’oggetto “ Accettazione donazione di una collezione di strumenti per pesare, da parte di Giancarlo LACCHIA, in memoria del figlio Davide”) il Comune di Salussola, grazie al l’interessamento del Sindaco Manuela Chioda e della segretaria comunale Carmen Carlino, ha deliberato l’accoglimento della donazione della collezione di strumenti per pesare proposta dal donatore Giancarlo Lacchia e dalla moglie Germana Modestini in memoria del figlio Davide. In data 6 maggio 2022 si è sottoscritto l’atto di donazione (https://www.museolaboratoriosalussola.org/). L’Associazione AVPS Salussola (Ass. per la valorizzazione del paesaggio della bassa Serra biellese), che gestisce la sede dell’ecomuseo Museo laboratorio dell’oro e della pietra, detiene nei propri spazi l’allestimento, curato da Cinzia Lacchia e messo in opera con la collaborazione dei volontari dell’Associazione, dei 78 pezzi della collezione. La presidente dell’associazione Daniela Mancini ha organizzato una cerimonia pubblica di ringraziamento e di valorizzazione della donazione per sabato 8 ottobre 2022 che prevede, dalle ore 11, la consegna di una targa commemorativa ai donatori presso la sala consigliare del Comune di Salussola  e a seguire la possibilità di visitare la collezione accompagnati dalla voce del donatore e artigiano/maestro “s-candajè” direttamente nella sede dell’Ecomuseo Laboratorio dell’oro e della pietra.

CRONISTORIA DI UN’IDEA E DI UN PROGETTO – Il progetto di musealizzazione e conservazione a beneficio pubblico degli strumenti per pesare del signor Lacchia aveva preso forma dall’idea e l’accorata sollecitudine della prof.ssa Cristina Schiaparelli. Nel 2007/08, sotto l’amministrazione di Mario Lacchia, Sindaco di Salussola allora in carica, la prof.ssa Schiaparelli aveva conosciuto la collezione e aveva proposto di affidarne la fruizione pubblica al paese natio del signor Giancarlo Lacchia (classe 1940), dove la sede dell’ecomuseo, una delle cellule della rete  piemontese (https://ecomuseipiemonte.wordpress.com/la-rete/), pareva la collocazione più attinente e collegata alla memoria collettiva e alle collezioni esistenti. Si tratta di una collezione unica di strumenti di misura raccolti, riparati e costruiti dal bilanciaio Giancarlo Lacchia in più di 50 anni di attività nel Biellese.

Chi è Giancarlo Lacchia – Nato il 5 settembre del 1940 a Salussola, ha svolto nel Biellese 50 anni di attività artigiana come costruttore, riparatore e venditore di strumenti per pesare con una ditta co-gestita insieme alla moglie Germana Modestini.

Allestimento e presentazione al pubblico – Il gruppo di strumenti, inizialmente costituito da 50 pezzi poi saliti a 78 inventariati comprendente  stadere, bascule, dinamometri, aste, bilance di diverse tipologie, una affettatrice Berkel, fu curato e allestito da Cinzia Lacchia, figlia del bilanciaio e conservatrice del Museo Borgogna di Vercelli, nel luglio del 2014 con un impegno, anche nella realizzazione artigianale delle strutture di allestimento sostenuto dalla famiglia Lacchia e con l’aiuto del volontario salussolese Pino Givone e del direttivo dell’associazione con Daniela Palladino e Luca Loggia. Per alcuni materiali fotografici per l’allestimento e la pannellistica si ricorda la collaborazione del Museo Borgogna di Vercelli  e della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella. La pannellistica e la tinteggiatura delle tre sale interessate dall’allestimento sono stati realizzati grazie al contributo dei fondi regionali per l’eco-museo garantiti dall’A.V.P.S. Il 25 ottobre 2014 si tenne l’inaugurazione alla presenza dell’allora Sindaco Carlo Cabrio e della stessa signora Chioda, nel ruolo di Assessore alla cultura, con grande partecipazione di pubblico. Nel corso degli anni a seguire si sono aggiunti altri pezzi alla collezione e si sono realizzate, a cura dell’A.V.P.S, numerose attività di valorizzazione, coinvolgendo le scuole e la comunità, alle quali il signor Lacchia ha partecipato con entusiasmo per illustrare le sale espositive al pubblico. Come recita il testo sul sito del Museo (https://www.museolaboratoriosalussola.org/s_pesi.html), Giancarlo Lacchia ha formalizzato nel mese di maggio 2022 la donazione del patrimonio di pese e strumenti di misura a nome del figlio Davide Lacchia – prematuramente scomparso nel 1993 -ospitata, allestita e gestita dai soci volontari dell’A.V.P.S a cui sono affidate le attività culturali della sede del Museo Laboratorio dell’Oro e della Pietra.

Sulla collezione a cura di Federico Colombo  – L’esposizione che viene presentata nelle sale del Museo Laboratorio dell’oro e della pietra di Salussola non è soltanto la collezione di pregevoli strumenti per pesare di epoche diverse costruiti per settori economici e sociali distinti. E’ anche la storia del lavoro di un maestro bilanciaio – Giancarlo Lacchia, originario di Salussola, che ha operato per 50 anni nel Biellese, attivo nella costruzione e riparazione di strumenti per pesare, – e vuole far conoscere al pubblico le molteplici soluzioni tecniche sviluppate, i materiali, le lavorazioni connesse con la costruzione di una bilancia. Lo strumento nasce per soddisfare specifiche esigenze legate all’evoluzione economica della società: dalle bilance ad uso del mondo agricolo e dei mestieri ad esso connessi, alle bilance per il commercio nei negozi e nei mercati, alle bilance industriali in uso nelle fabbriche, alle bilance da laboratorio. Prima della diffusione delle celle di carico (anni 70-80 del 900), che hanno uniformato i meccanismi di funzionamento delle bilance, i maestri bilanciai dovevano infatti sviluppare soluzioni originali per adattare al meglio gli strumenti agli oggetti da pesare. Giancarlo Lacchia  ha voluto dedicare la realizzazione di questo percorso espositivo alla memoria del figlio Davide, esprimendo, insieme alla sua famiglia, l’intento di donarla al Comune di Salussola, perché diventi patrimonio della Comunità, rappresentando sia un valore storico e scientifico, sia un generatore di nuova conoscenza attraverso visite guidate e laboratori didattici per le giovani generazioni. Qui di seguito i temi guida che la collezione di strumenti per pesare a Salussola permette di percorrere per i laboratori con le scolaresche e con i gruppi durante le visite aperte al pubblico.

INTRODUZIONE ALLA CONOSCENZA DEGLI STRUMENTI PER PESARE: BILANCE TRA SCIENZA E STORIA

  • La comparsa della bilancia nella storia e l’introduzione in Europa
  • L’organizzazione della società e la bilancia nei rapporti sociali e commerciali
  • La bilancia come strumento di misura
  • La misura del peso e della massa
  • L’unità di misura della massa
  • I campioni di massa
  • La sensibilità di una bilancia
  • Diverse tipologie di bilance per usi diversi
  • Bilance in agricoltura
  • Bilance e industria
  • Evoluzione tecnica delle bilance
  • Confronto tra bilance e altri strumenti di misura (ad es. misure di capacità)

BILANCE E SOCIETA’ – L’obiettivo è quello di mettere in relazione i tipi di bilance esposte con la società del tempo (avvenimenti, oggetti coevi rappresentativi dell’epoca, ….) (del tipo: quando veniva utilizzata questa bilancia, avveniva ……,e contemporaneamente venivano utilizzati questi oggetti …….)


 redazionale

3 ottobre 2022 – redazione@salussolanews.it

Da SalussolaNet a SalussolaNews sono 22 anni d'informazione locale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: