Il culto antico di san Giovanni Battista a Salussola nella scomparsa rettoria di Private

iperico o fiore di san giovanni
iperico o fiore di san giovanni

Salussola – Il culto antico di san Giovanni Battista a Salussola nella scomparsa rettoria di Private. A val ‘d pì San Gioann da sol che tutj ij sant ansema. Vale di più san Giovanni da solo che tutti i Santi insieme. In Piemonte la figura di san Giovanni Battista era particolarmente amata; nella religiosità popolare era oggetto di grande culto, perché si riteneva capace di miracoli impossibili per gli altri Santi. Nella regione di Puliaco, il culto di san Giovanni Battista era talmente sentito dal popolo, che nel villaggio di Private gli venne titolata una chiesa. La chiesa sorgeva nella piana dell’Elvo, lungo la strada provinciale per Arro, in una regione ancora oggi chiama Private o di San Giovanni, nei pressi dell’attuale cascina Cereje. Attualmente non esistono neppure le fondamenta della chiesa, essendo state demolite decenni fa. Di essa si parla nell’elenco delle chiese Vercellesi del 1298 con “ ecclesia privati ”, come pure in quelli del 1348 e del 1440. Devastato l’abitato durante le guerre tra Guelfi e Ghibellini, che distrussero pure Puliaco, la chiesa di Private già nel 1348 era unita a quella di santa Maria di Salussola, unione riconfermata poi ufficialmente nel 1413. Anteriormente, questa chiesa era una rettoria alle dipendenze della pieve di Puliaco, da cui distava circa due chilometri, con un proprio beneficio e un rettore. Scomparse le abitazioni e officiata solo più una volta l’anno, questa chiesa cadde ben presto in rovina, seguendo la sorte delle chiese vicine. Nel 1619 il pievano di Salussola scriveva: “ Nel istesso finagio vi si ritrova una Chiesa fabbricata sotto il titolo di Santo Gioanni batta dove si dice al privato, è tutta rovinata, eccetto il Cuoro quale è ancora coperto di coppi, è senza beni “. L’ultimo ricordo è contenuto nella Visita Pastorale del 1698, dove si conferma che questa chiesa era “ diruta “ . In seguito furono demolite anche le fondamenta; unica e attuale testimonianza catastale della sua esistenza, è rimasto il nome di San Giovanni al terreno su cui sorgeva.

Oggi (24 giugno) la Chiesa ricorda San Giovanni Battista patrono dei sarti, pellicciai, albergatori, fabbricanti di coltelli e forbici; protettore della anime decollate, cioè i morti per mano del boia,  a cui si rivolgono quelli che cercano aiuto o consiglio; viene invocato in caso di temporali  e terremoti.

Nelle tradizioni popolar religiose, il giorno di san Giovanni Battista, i bambini nati nell’anno o i più piccoli, venivano portati in chiesa dove, indossata una bianca veste, gli venivano tagliata una ciocca di capelli.


24 giugno 2023 – redazione@salussolanews.it

SalussolaNews informa i Salussolesi dall'anno 2000

SOSTIENI SalussolaNews anche nel 2024