Quando nel borgo antico entrò in vigore la ZTL zona a traffico limitato

IMG 5054 scaled
foto archivo salussolanet

Salussola – Quando nel borgo antico entrò in vigore la zona a traffico limitato. Pochi di voi si ricorderanno che vent’anni fa, proprio il 27 ottobre 2003, in una parte del borgo antico entrò in vigore una specie di ZTL notturna. La mattina del 27 ottobre venne posata l’apposita segnaletica, con entrata in funzione dalle ore 21.00 dello stesso giorno, fino all’indomani alle ore 06.00. La zona, dove non si poté ne parcheggiare ne transitare, fu quella compresa tra Via Sorella Bona, angolo Via Quintino Sella e Via Teologo Macchioli, angolo piazza Alpini d’Italia. Il divieto era sospeso, sempre in caso di polizia e soccorso, e temporaneamente in caso di manifestazioni civili o religiose di una certa importanza. Furono i frequenti atti di vandalismo e inciviltà, a discapito di arredi e cose ubicate sui piazzali e sul Belvedere panoramico, perpetrati per lo più da giovani ignoti, che portò l’Amministrazione Comunale dell’epoca a questa decisione. Il provvedimento portò a un qualche malumore,  perché così si vietava a tutti la fruizione del luogo, con la sua quiete, la frescura delle piante e i panorami serali dal Belvedere. Fu così che la ZTL notturna non durò per molto tempo, perché in seguito si pensò d’installare due telecamere sui muri del palazzo comunale, che tutt’ora esistono anche se non alimentate, ma che non svolsero mai, o per una cosa o per un’altra, un adeguato servizio di sorveglianza attiva, tanto che il famoso binocolo panoramico è stato distrutto, e il colpevole o i colpevoli non sono mai stati identificati.


27 ottobre 2023 – redazione@salussolanews.it

SalussolaNews informa i Salussolesi dall'anno 2000

di Claudio Circolari; Blogger e Storico locale, Fotografo Amatoriale; Collaboratore Parrocchiale; Volontario Sociale: Tutto a titolo gratuito, senza scopi di lucro, ma solo per fini sociali