Monsignor Giustetti benedice la piazza Don Umberto Gibellato ieri pomeriggio di fronte ad autorità e a un folto pubblico

Salussola 05/09/2005 – Già dal giorno del suo funerale e forse anche prima, tutta Arro voleva una piazza per quel suo parroco, tanto buono e così tanto umile. Ieri nel tardo pomeriggio, nel giorno della festa patronale della Natività di Maria, il popolo di Arro ha reso tributo al suo defunto parroco Don Umberto Gibellato intitolandogli una piazza, che per la posizione in cui si trova, antistante la chiesa, si è rivelata la più idonea. Dapprima il saluto del presidente dell’Associazione Sportiva Nuovo Circolo di Arro, Sandro Guerrini, poi un ricordo di uno che lo ha conosciuto bene, Piero Orecchia, di seguito le poche parole del sindaco Mario Lacchia e la benedizione del vescovo emerito Mons. Massimo Giustetti, assistito dal parroco Don Lodovico De Bernardi, anche lui felice di questa scelta fatta dalla popolazione. Alla cerimonia ha partecipato un folto pubblico, oltre che ad alcuni abitanti di San Damiano, che con Arro hanno condiviso per molti anni il servizio pastorale di Don Gibellato. Sandro Guerrini e Piero Orecchia hanno fatto cadere il piccolo drappo che copriva la targa. Erano presenti alla cerimonia alcuni parenti provenienti dal Veneto, padre Alberto Bretti, la Giunta Comunale, il capo gruppo di minoranza Carlo Cabrio, il sindaco di Cariso, il sindaco di Villanova Biellese, un rappresentante del sindaco di Cavaglià e alcuni presidenti dell’ associazionismo salussolese. Ha prestato servizio d’ordine il gruppo di Salussola della protezione Civile Anti Incendi Boschivi, guidato da Carlo Borri.

claudio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: