Dieci anni fa la Snam presentava il progetto per sostituire il metanodotto da Cavaglià a Biella, dove riemerse una piccola parte di Puliaco

Salussola 21 maggio 2020 – Dieci anni fa la Snam presentava il progetto per sostituire il metanodotto da Cavaglià a Biella, dove riemerse una piccola parte di Puliaco. Fu solo grazie a questi lavori che tra il 2017 ed il 2018 riemerse una piccola parte del villaggio di Puliaco. 10 anni fa scrivemmo: ” Tra qualche mese partiranno i cantieri della Snam Rete Gas, facente parte del Gruppo Eni, per la sostituzione del metanodotto, dalla stazione di Cavaglià fino a Biella. La sostituzione dei tubi sarà di un totale di oltre 16 chilometri, ed interesserà il territorio di Salussola dal confine con il Comune di Dorzano fino a quello con Cerrione. Le zone interessate ai cantieri, sono pressapoco configurabili con la cascina San Jore, la strada provinciale Salussola-Brianco, la regione Gerbido, la strada comunale del Brianco,  la cascina Cavalrosso, la stazione di derivazione di Salussola, la strada comunale della Stazione, la regione Giabi, il torrente Elvo, la strada provinciale Salussola-Arro, le cascine Aunei, la strada provinciale Salussola-Massazza, la regione San Pellegrino, la roggia Madama, la strada comunale della Campagnola, la strada provinciale Salussola-Verrone, la cascina Montrucchetto, la roggia Massa Serravalle, la cascina Emilia e la cascina Montruccone. Nelle prossime settimane, i tecnici della Snam accederanno ai fondi per i rilievi del tracciato sul territorio “.

©redazione@salussolanews.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: